martedì 24 febbraio 2009

Sandro Pertini - Una vita vissuta
















E’ morto Sandro Pertini.
Oggi, sono 19 anni dalla sua morte.

Non so esattamente perché sono qui a scriverlo.
So però, che quest’uomo ha avuto sempre un certo fascino su di me.
Una vita incredibile.
Ci sono persone che nella vita hanno fatto talmente tanto.


Senza farsi tante seghe politiche, per favore!
Parlo della semplice energia, dell’impegno e della passione che hanno saputo e voluto dedicare alle loro idee.

Combattè sull’Isonzo durante la prima Guerra Mondiale. Ricevuta Medaglia al valore.
Opposizione al fascismo.
Arrestato, costretto all’esilio in Francia, rientrato in Italia sotto falso nome, arrestato e condannato di nuovo.

Caduto il regime fascista fu liberato e tanto per tenersi in forma…partecipò

alla battaglia di Porta San Paolo, nel tentativo di difendere Roma dall’invasione tedesca.

Divenne Senatore.
Ricoprì per due volte consecutive la carica di Presidente della Camera.
Infine, Presidente della Repubblica Italiana.
E’ ricordato come il Presidente più amato dagli italiani.

E’ morto a 93 anni.

Ah…dimenticavo
Ha avuto anche il tempo di conseguire due Lauree, Giurisprudenza e Scienze Politiche.



5 commenti:

Bale ha detto...

altra storia, altri uomini, altri ideali, altra credibilità... mi vien da piangere a pensare cosa abbiamo adesso...

Christian ha detto...

io attualmente piango e mi incazzo

PoliticaMente ha detto...

Cari Christian e Bale, oltre che piangere e incazzarsi, cos'altro fate perchè l'attuale potere aberrante nn prenda il sopravvento?Se il nano è al governo,nn saranno di certo le vostre,le nostre lacrime, ad affogarlo...la crocetta di dissenso andava posta altrove...ma la recente sconfitta(ahimè)di Soru insegna che siamo un popolo di pecoroni...

Christian ha detto...

io sono di sinistra ed il mio voto va sempre da quel lato... anche se in questo momento non è facile visto come si stanno muovendo... non mi dispiace ora Franceschini perchè comunque sta mostrando un pò di + i coglioni, di quanto non avesse fatto Veltroni.
C'ero già giunto però ho trovato molto interessante la considerazione che a fatto il buon Prodi (che come diceva cuore se non Prodi non Godi)sulla caduta del suo governo. Alla fine come ho già detto ha fatto più male alla sinsitra Veltroni di quanto non avesse fatto la destra.
Sono attivo in politica da qualche anno in una lista comunale.
Alle europee non so ancora che votare...

Christian ha detto...

RESISTERE COMUNQUE

Posta un commento